A seguito del nuovo DPCM del 13 ottobre 2020, apprendendo della nuova sospensione delle uscite didattiche, RomeVideoGameLab permetterà alle scuole interessate di partecipare alle attività completamente da remoto attraverso una piattaforma dedicata con un efficiente sistema di streaming/ webinar.
Per prenotare la partecipazione online, le scuole interessate sono invitate a scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

POTEVA RESTARE UN FUMETTO. E INVECE NO. Il come e il perché del progetto di video gioco

POTEVA RESTARE UN FUMETTO. E INVECE NO. Il come e il perché del progetto di video gioco "Nabbovaldo e il ricatto del Cyberspazio"

A cura di IIT di Pisa

Come è stato realizzato un fumetto a scopo divulgativo, cercando di renderlo interessante, e come dal fumetto si sia ricavato un videogioco, cercando di renderlo divertente. Con l'accento sugli scopi educativi/informativi
A integrazione, un’analisi di contesto del mercato dei videogiochi nel mondo e soprattutto in Italia.

Quanti, come, chi utilizza i videogiochi e come questi stiano trascendendo sempre più dal lavoro contesto ludico/commerciale per diventare strumenti straordinari di coinvolgimento, formazione e sensibilizzazione. Un vero e proprio media trasversale.  Un aspetto che rimanderà a un workshop sarà come partendo dal fumetto si è costruito l’universo Internetopoli per arrivare ai materiali preliminari per il gioco. Il videogioco sarà presentato in versione Beta coinvolgendo i giocatori anche da remoto.

Partecipano: Andrea Plazzi di Symmaceo Comunications, Roberto Natalini direttore IAC CNR e gli autori Giovanni Eccher (sceneggiatore del fumetto e game designer); Gabriele Peddes (art director e creatore dei personaggi); Fabio Viola (consulente gamification); Anna Vaccarelli, senior technoligist e responsabile relazione esterne IIT Pisa

SALA FELLINI 

Sabato 7 novembre dalle 11.45 alle 13.00

Torna Indietro