"Scienza e videogiochi, una relazione in crescita" intervista a Silvia Mattoni

 “Sono tanti i modi per far avvicinare i giovani alla scienza. Ma con il videogioco il risultato è assicurato.”

Con queste parole Silvia Mattoni, responsabile Unità Comunicazione e Relazioni con il Pubblico del CNR, comincia a spiegare il perché dell'impegno del CNR all'interno di RomeVideoGameLab. “I videogiochi sono uno strumento potente per veicolare non solo emozioni, ma anche concetti scientifici complessi” prosegue “Mezzo più empatico e contemporaneo per divulgare la scienza, il videogioco, a differenza di altri media, consente al giocatore di essere non solo spettatore di ogni singola storia, ma di farne parte, anche se per un breve periodo, come protagonista.  Il fare al posto del solito spiegare. Questa la nuova strategia da seguire per comunicare e divulgare la scienza a tutti e il videogioco direi che si presta benissimo

La situazione di emergenza sanitaria “ci ha fatto conoscere e, a volte anche apprezzare, nuove modalità di comunicazione virtuale un tempo impensabili: piattaforme online che ci hanno permesso di fare riunioni, docenze, congressi, talk e perché no, anche festival. (…) È, indubbio, i videogiochi sono un importante strumento di apprendimento. La ricerca scientifica sta investendo molto nel settore e penso che in futuro lo farà ancora di più. Come sta già facendo da anni l'Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Itabc) per far conoscere il passato e il nostro territorio o Registro .it per metterci in guardia dai pericoli del web.”

 Quindi – conclude Mattoni – “più che mai in questo periodo storico penso sia necessario per la comunità scientifica del Cnr partecipare attivamente a questa manifestazione”.

Il CNR sarà presente al festival con moltissimi eventi: talk sui cambiamenti climatici e cosa nascondono le calotte polari; laboratori per cacciatori di tornato e per appassionati di magica chimica e di musica con il concerto fotonico; workshop su UnVirtual Realities, Umanager, Internetopoli, Rawsiko e l’economia circolare giocando; presentazione del nuovo numero comics&science dedicato a Fibonacci e del video gioco "Nabbovaldo e il ricatto del Cyberspazio”. Infine, per i più piccoli, direttamente da Palermo “Viruloso”: il muppet che incarna il nuovo coronavirus, affronterà il tema dell'inquinamento ambientale.