Il 4 e 5 novembre 21 studi di sviluppo e 34 buyer nazionali e internazionali si incontreranno nell’Area B2B

Il settore dei videogiochi ha un valore strategico per lo sviluppo del Made in Italy, poiché dà vita a nuove proprietà intellettuali a vocazione digitale e ad alta dose di creatività e innovazione, da lanciare poi nei mercati digitali internazionali, nei quali le imprese italiane del settore, per competenze, professionalità, capacità, possono giocare un ruolo da protagonista.

Alcuni Team di sviluppo italiani incontrano a RVGL22 buyer nazionali e internazionali: un’opportunità di confronto e di commesse e un’occasione di network.

Agli incontri B2B è riservata un’area del Festival appositamente allestita.


La Regione Lazio e la Camera di Commercio di Roma come tutti gli anni hanno sostenuto la partecipazione al B2B degli studi di sviluppo laziali

I 21 studi di sviluppo che hanno aderito:

ACGames

Indici Opponibili

Plumesoft

Adalot

Infinity Reply

Rednoy

Chrones

Interagens

Safe Place Studio

Cube Comunicazione

Keiron Interactive

Studio Evil

Fantastico Studio

Leaf Games & Software

Tixter

Garycom

Lola Slug

We Are Müesli

Idra Interactive Studios

Melazeta

Whitesock

I buyer che hanno aderito all’invito sono in totale 34, di cui 17 nazionali e 17 internazionali.

Grazie alla partnership con ICE Agenzia è stata organizzata una missione in Italia di 17 operatori esteri provenienti dai più promettenti mercati internazionali e che contribuiranno a sviluppare il livello di internazionalizzazione della manifestazione, sostenendo la crescita e la visibilità delle imprese italiane partecipanti.

Per l’edizione 2022 sono rappresentati 10 paesi. Ecco il dettaglio:

Tshimologong Digital Innovation Hub – Johannesburg - Sudafrica

Museo Reina Sofia – Madrid - Spagna

Museo Nazionale del Contadino Romeno – Bucarest - Romania

RenderHeads – Johannesburg - Sudafrica

Robocom – Beirut - Libano

Complesso Museale di Scienze della Natura Ion Borcea Bacau – Bucarest - Romania

The Monk Studios – Bangkok - Thailandia

Gamecooks – Beirut - Libano

Albafilm SHA – Tirana - Albania

Itthink Gaming – Johannesburg - Sudafrica

Blink Studios – Dubai- Emirati Arabi

Royal Belgian Museum of Natural Science – Bruxelles - Belgio

The Directorate General of Cultural Assets and Museums – Istanbul - Turchia

Sheikh Mohammed Bin Rashid Al Maktoum Centre for Cultural Understanding – Dubai – Emirati Arabi

Rockland Group – Beirut- Libano

Tech Heights Company – Riyadh- Arabia Saudita

Reqrout – Beirut- Libano

 

Sarà presente anche un gruppo di 17 tra istituzioni e aziende italiane:

Parco archeologico del Colosseo - Roma

Elive Space - Milano

Olgiata 20.12 Sport Club - Roma

Museo Castel Sant'Angelo - Roma

Ex Idea - Milano

Fabbrica del Vapore - Milano   

Banca D'Italia - Roma

Classecohub - Milano

Officina della Scrittura - Milano

Made in Tomorrow - Roma

The Brand Sitter – thebrandsitter.com - Milano

Polo 900 - Torino

Dressyoucan - Milano

Affidea Italia - Milano

Istituto Villa Adriana e Villa D’Este - Roma

Ettsolution - Torino

Kenturio - Roma

 

Al fine di ampliare il confronto la Regione Lazio promuove anche un incontro venerdi 4 novembre, nel Cinema Fulgor , alle h.16.00, sul tema “Global Innovators for smart sustainable culture”.

Interverranno Laura Tassinari Zugni Tauro - Direttore Internazionalizzazione Lazio Innova, Fabio Viola - Metaverse Designer, Marco Musso - Creative Director, Guido Geminiani - CEO Impersive, Javier Gayo Santacecilia -Coordinatore accademico University Center Technology and Digital Art di Madrid, Riccardo Panunzio - Program Manager Lazio Innova, Simona Amendola - Innovation Manager Lazio Innova.

 

© Cinecittà. All rights reserved.
Powered by Tastiere Digitali.